www.anatrieste.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Pellegrinaggio cima Valderoa

Sabato 30 agosto 2014 la Sezione A.N.A.Trieste,rappresentata dal Presidente Fabio ORTOLANI con genti...

Esercitazione "Falzarego 2014"

Si è svolta in data 17 luglio l’annuale esercitazione di fine corsi organizzata dal Comando Truppe A...

No men left behind

Freedom  for the Italian Soldiers - We don't forget our Brothers !!

  • Pellegrinaggio cima Valderoa

    Mercoledì 10 Settembre 2014 07:25
  • Esercitazione "Falzarego 2014"

    Martedì 22 Luglio 2014 07:32
  • No men left behind

    Sabato 31 Marzo 2012 00:00
Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Alpin de Trieste Luglio 2016

E-mail Stampa PDF

E' online il numero di Luglio de l'Alpin de Trieste

186lug16

E' online il numero di Luglio de "L'Alpin de Trieste" nel 40 anniversario dalla prima pubblicazione

 

 

 

 

 

Il numero di Luglio è visualizzabile anche cliccando qui

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Luglio 2016 07:04
 

Alpini triestini a Belluno

E-mail Stampa PDF

A chi affermava che le Truppe Alpine non fanno più attività in montagna ecco la risposta degli Alpini del 7° Reggimento Alpini della Julia di Belluno per giunta guidati da un Triestino D.O.C , il nostro "mulon" , Capitano Marco Arancio video Dim lights Embed Embed this video on your site

 

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 03 Febbraio 2015 10:50
 

8° Trofeo di Tiro a segno Classifiche

E-mail Stampa PDF

Nel mese di giugno, la squadra di Tiro a Segno sezionale ha partecipato al 15° Trofeo MOVM “Luigi Di Bernardo” organizzata dall’UNUCI di Udine presso il poligono “Centro Sportivo al ’91” di Tarcento (12 giugno 2016, con M16 a 100 metri ed AK 47 a 25 metri) ed all’8° Trofeo “Egidio Furlan - Memorial Gigi Magaraggia” organizzato da ANA Trieste (sempre al “Centro Sportivo al '91” di Tarcento, 25-26 giugno 2016, con Garand M1 a 100 metri).

Nella prima competizione, ANA Trieste si è aggiudicata il sesto posto nella classifica squadre grazie a Lucia Dandri (181,3), Stefano Perini (166), il sottoscritto (165,1) e, soprattutto, alla mascotte portafortuna Tsara.

La seconda competizione, che ha registrato un notevole afflusso di soci della sezione di Trieste e di altre sezioni ed associazioni d’arma della regione, ha visto la seguente classifica finale:

 In coda all'articolo trovate tutte le classifiche

Quest'anno il Trofeo Furlan si è concluso diversamente dal solito perché Lucia, risultando vincitrice per la terza volta consecutiva, ha acquisito il diritto di tenere definitivamente il trofeo (in precedenza, infatti, il vincitore poteva tenerlo per un anno, e veniva rimesso il palio alla competizione successiva). Alla premiazione, poi, Lucia ha dato un tocco personale al momento chiamando il padre Giorgio per dedicargli il Trofeo con bellissime parole di ringraziamento ed apprezzamento.

Concludo con un sentito “grazie!” ai nostri tiratori che hanno contribuito a tener alto il nome di ANA Trieste, a tutti i presenti che hanno reso le due giornate allegre e vivaci, agli impagabili cuochi Gianni Nieri e Massimo Virno, ai soci del “Centro Sportivo al '91” per l'organizzazione ed il supporto forniti ed a tutti coloro che, in varia misura, hanno collaborato all’allestimento o si sono impegnati per la buona riuscita della manifestazione.

Bene, avanti così ed alla prossima!

Livio (e Tsara)

 

Trofeo Egidio Furlan

Memorial Gigi Magaraggia

Coppa Sezione di Trieste

Ultimo aggiornamento Giovedì 30 Giugno 2016 15:10
 

Giorno del Ricordo 2016

E-mail Stampa PDF

Il 10 febbraio il Giorno del Ricordo viene commemorato quasi ovunque in Italia per ricordare le vittime delle foibe ed il dramma dell’esodo giuliano dalmata dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Ma la località in cui questa cerimonia ha la massima partecipazione di persone ed associazioni patriottiche, di esuli e d’arma è senza dubbio quella di Basovizza vicino a Trieste che fu il centro di quella tragedia e ne è diventata l’emblema.

Oltre diecimila Italiani vennero uccisi in quei giorni e centinaia di migliaia dovettero fuggire, lasciare la loro casa in Istria e Dalmazia e trovar rifugio in quello che era rimasto dell’Italia.

Il merito della grande e significativa presenza a questa cerimonia che anche quest’anno si è svolta a Basovizza – lasciatecelo dire senza falsa modestia – è anche degli Alpini, la cui massiccia presenza dà un tono particolare alla commemorazione.

Assieme ai Gonfaloni Municipali di Trieste (decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare) e di Muggia (Medaglia d’Argento al V.M.), entra, accompagnato dagli onori militari, il Labaro Nazionale dell’A.N.A. con il Presidente Sebastiano Favaro e diversi Consiglieri. Da un paio d’anni, ossia da quando il reggimento Cavalleria Piemonte 2° (di stanza ad Opicina-Trieste) è venuto a far parte della Brigata Alpina Julia, entra anche il Medagliere dell’Associazione dell’Arma di Cavalleria col suo Presidente il triestino Alipio Mugnaioni.

Ultimo aggiornamento Sabato 27 Febbraio 2016 12:22
 

Pensieri sul centenario della Grande Guerra

E-mail Stampa PDF

Prima del luglio del 1914 i popoli d’Europa erano da ben 50 anni in pace. Si sperava che la guerra del 14’, dovesse essere solo una guerra locale e breve e non che divenisse una guerra di una portata mai vista nella storia umana fino ad allora, per questo definita mondiale.

Il secolo scorso ci ha portato in soli cinquant’anni ben due Guerre Mondiali. Sarà compito della storia tramandare ai posteri i ricordi ed i giudizi sui lutti, sulle distruzioni, sulle forzate evacuazioni delle popolazioni inermi, sulla crudeltà degli internamenti che la Grande Guerra ha comportato in entrambi i fronti.

Le lunghe sfilate, fatte in occasione degli Incontri italo austriaci della pace insieme tra i discendenti di ex nemici, concede la possibilità ogni volta, per riflettere su quel periodo tragico per gli eserciti e per le popolazioni.

In occasione di ogni Incontro italoaustriaco della pace a ricordo dei caduti e delle vittime civili della Grande Guerra si ha la possibilità di ricordarli e di onorarli tutti e insieme.

Le cerimonie commemorative si devono svolgere proprio, dove i soldati combatterono o dove vennero sepolti o nei cimiteri militari dove morirono in prigionia. Nell0ambito del Centenario della Grande Guerra sarà significativa la cerimonia del 24° Incontro italo austriaco che organizzo il giorno 24 maggio del 2015 nell’imponente Cimitero Monumentale di Staglieno a Genova, dove in un ossario sono sepolti i resti di 1.128 soldati austroungarici, deceduti in prigionia durante la Grande guerra in quella città e dintorni.

Noi onoriamo la memoria di tutti i combattenti, uniti dallo stesso senso del dovere. Erano sotto bandiere diverse ed hanno sacrificato la loro giovane età al servizio della propria patria. Non bisogna mai dimenticare i civili, come i profughi, che inermi furono vittime innocenti della guerra e gli internati e confinati che in Europa si sacrificarono per una loro vera patria.

Penso ai caduti di ogni nazionalità e religione, alle loro madri, ai figli e anche alle loro promesse spose che pure hanno atteso invano il loro ritorno.

Penso anche all’encomiabile impegno profuso sia al fronte che negli ospedali dai cappellani militari e dalle crocerossine.

La storia è un’ottima insegnante, ma trova spesso gli alunni disattenti, dato che dopo pochi anni è scoppiata la Seconda Guerra Mondiale.

Anche ai nostri giorni tragedie e tensioni internazionali sono nelle prime pagine dei media e tutto ciò creerà purtroppo la necessaria costruzione di nuovi cimiteri militari.

Ultimo aggiornamento Domenica 03 Maggio 2015 07:06
 

RELAZIONE MORALE DELL' ANNO SOCIALE 2015

E-mail Stampa PDF

Carissimi Alpini,

la relazione morale che mi accingo a sottoporvi è quella che si riferisce al settimo anno della mia presidenza della Sezione di Trieste.
E' un adempimento obbligatorio per i nostri statuti e regolamenti ed attesta l'attività svolta nel corso di un anno.
Cerco sempre di essere il più breve possibile ma non posso esimermi dal ricordare – anche a beneficio della Sede Nazionale e dei Consiglieri Nazionali che spero la leggeranno – quanto siamo riusciti a realizzare con il contributo dei soci della Sezione.
Pochi sono quelli che ho nominato e mi scuso se qualcuno non troverà la citazione del suo nome nel corso di questa esposizione, ma ho sempre cercato di ringraziare e valorizzare tutti i collaboratori al momento in cui hanno prestato la loro opera. Del resto i soci veramente attivi sono noti a tutti e solitamente offrono il loro contributo senza chiedere particolari riconoscimenti. Da Alpini.
Rivediamo quindi assieme un anno di attività...

Ultimo aggiornamento Lunedì 14 Marzo 2016 08:02
 

Al Pezzo ! Numero 10 - novembre 2015

E-mail Stampa PDF

In questo numero di novembre :

Consiglio Direttivo e cariche sociali

Curriculum vitae e saluto del neo-eletto Presidente

Ripresa dell'attività

Artiglieri da Montagna in barca a vela

Raduno Nazionale 2016

Il numero di novembre è scaricabile qui

Ultimo aggiornamento Sabato 21 Novembre 2015 08:05
 



Ultima comunicazione

A Asti 2016 mancano ...

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Statistiche

mod_vvisit_counterOggi470
mod_vvisit_counterQuesta settimana470
mod_vvisit_counterQuesto mese16981
mod_vvisit_counterIn totale576112

Oggi : Lug 30, 2016
Banner
Banner